martedì 15 maggio 2012

Le mie primule!



Suonano alla porta! Apro e trovo mio figlio con le mani nascoste dietro la schiena, mi guarda, sorride e dice "Per te mammina". Mi porge due si proprio due bellissime e delicatissime primule, le ha raccolte nel prato vicino al bosco. Mi viene spontaneo e naturale abbracciarlo, stringerlo, baciarlo e mentre sorrido i miei occhi diventano lucidi. Nella mente tornano i ricordi di quand'era bambino. Amava giocare  e divertirsi nei prati tra i fiori, spesso arrivava correndo e mi mostrava estasiato mazzolini di primule in cambio di un bacio. Capiva quanto mi rendeva felice quel gesto e quel suo modo di fare. Assorta, prendo le due primule gialle e le metto nell'acqua nel solito vasetto. Lui ride e se ne va!
Beatris

2 commenti:

Antonella ha detto...

Ciao Beatris, molto bello e dolce quello che hai scritto. E' proprio vero niente può renderci felici come le piccole cose di tutti i giorni fatte con amore. Sai che mi stavo preoccupando? Abituata a vedere un tuo post ogni giorno, 3 giorno di silenzio mi avevano allarmata. Ciao, buona settimana, Antonella

Beatris ha detto...

Antonella sei carinissima e dolcissima.
Un grazie di cuore per esserci nel mio blog.
Un abbraccio forte e buona settimana anche a te.
Beatris